Volta Memorial Day - aripv

Sezione di Pavia - #2701 - I2RRG - JN45NE
Associazione
Radioamatori
Italiani
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività > II2PV

II2PV - Nominativo speciale per il "Volta Memorial Day"     

AWARD UFFICIALE II2PV
UTILIZZATO ESCLUSIVAMENTE
DALLA SEZ. A.R.I. - PV

NEL CONTESTO DELL'ATTIVITA'
" VOLTA MEMORIAL DAY "

QSL UFFICIALE VOLTA MEMORIAL DAY

AWARD SPECIALE II2V
UTILIZZATO DALLA SEZ. A.R.I. - CO
IN COLLABORAZIONE CON:
II2PV - HB9AV - II2CV
NEL CONTESTO DELL'ATTIVITA'
"VOLTA INTERNATIONAL MEMORIAL DAY "

Un venerdì da leoni - by IK2SNG Tony

Un venerdì da leoni…



E' ufficiale: il Ministero ci ha concesso il nominativo II2PV per le celebrazioni Anno Voltiano e per i 200 anni dall'invenzione della Pila!!! La notizia di questa concessione che abilita per la prima volta nella storia della Sezione di Pavia - intitolata alla memoria di I2RRG - all'organizzazione di questo speciale evento, fa immediatamente il giro del Corano: questo incarico inorgoglisce e responsabilizza tutti i membri della nostra piccola comunità radiantistica. Sappiamo di dover rendere conto al mondo intero circa le capacità di veicolazione di questo messaggio che ancora una volta vede commemorato un inventore Italiano che, grazie alla sua rivoluzionaria scoperta, ha dato la possibilità al radiantismo stesso di raggiungere traguardi inimmaginabili ed aprire orizzonti futuribili! Senza un pacco batterie sarebbe impensabile concepire attività radio al di fuori di una sorgente a 220 volts. Volts, voltaico: tutti termini che hanno come radice linguistica il cognome di questo illustre connazionale che la Città di Pavia ha avuto l'onore di poter annoverare tra i docenti della sua preziosa e rinomata Università; termini universalmente riconosciuti ed adottati in campo scientifico e didattico.
E gli OM di Pavia sentono tutto il peso di questa responsabilità: ricordare al mondo che un IK2 di 200 anni fa ha messo nella possibilità di uscire con un "barrato mobile"…Ah ah ah.
Il nostro Presidente -IK2SGV Paolo- dopo un giro di telefonate, ci riunisce e, durante un breve ma intenso briefing, ci mette a parte dei dettagli di questa "prima volta" della sezione. Paolo ritiene di completare il mosaico scegliendo, in perfetta sintonia con le Autorità cittadine ed il Comitato Organizzativo per il Bicentenario delle Attività Voltiane di Pavia, anche una adeguata sede che ospiterà l'hardware radiantistico da dove partiranno le onde elettromagnetiche: cosa c'è di meglio dell'Istituto Tecnico Alessandro Volta? Viene pertanto interpellato il Preside dell'Istituto - che nel caso specifico è un gentilissima Preside!- che accetta con entusiasmo la collaborazione con la sezione mettendo a disposizione l'Aula Magna dell'edificio scolastico che ospita quasi 700 studenti. E' anche una ottima occasione per avvicinare il ns mondo a quello studentesco e giovanile che è ormai avvezzo all'utilizzo di cellulari, di Internet, dei satelliti e di tutte le diavolerie che la Scienza ha messo a disposizione negli ultimi 20 anni e che pertanto ritiene praticamente anacronistico il nostro hobby e la nostra passione per le comunicazioni a lunga distanza.
Infine Paolo delega il sottoscritto ad organizzare operativamente questo evento lasciandomi perciò carta bianca sul da farsi in merito alla scelta delle qrg e dei modi di emissione; non ultimo anche l'incarico di qsl manager dell'op.ne II2PV. Perciò "II2PV qsl via Buro or via IK2SNG, please."
Ci viene infine comunicata la data della manifestazione:  Venerdì 18 febbraio 2000! Urca: venerdì è un giorno lavorativo e ci rendiamo subito conto che sarà cosa ardua mettere nel carniere un considerevole numero di collegamenti… Sicuramente non sarà cosa facile dare il giusto risalto all'evento valorizzandolo con i contatti radio che l'Ham Spirit vorrebbe e potrebbe offrire. Ma tant'è e quindi dobbiamo rimboccarci le maniche e tentare il tentabile! In primo luogo i componenti del Team dovranno prendere un giorno di ferie per esseri gli attori della rappresentazione: anche questo è un sacrificio dettato dalla passione e dal giusto spirito che dovrebbe essere patrimonio comune di tanti OM.
Danno la loro disponibilità Davide IZ2BVL, Lele IK2YVI, Dario IK2WRO, Giancarlo IW2NEW, Paolo IK2YVF, Flaviano I2MOV, Paolone il Presidente e chi vi scrive IK2SNG Tony cw only! Gli swl I2-04437 e I2-05000 sono parte integrante ed indispensabile di questo Team che, con una carrettata di entusiasmo, affronta per la prima volta una dxpedition tutta sua e di questa portata: a loro affido l'incarico della gestione del software dei pc che utilizzeremo per il PCL e per l'SSTV. Sì, ho voluto inserire anche l'SSTV perché ritenevo che tale sistema, basato essenzialmente sull'immagine, fosse d'impatto agli occhi degli studenti che avrebbero passato in rassegna lo shack di II2PV, catturando così la loro attenzione!
Il mio compito, inoltre, è quello di tattico e stratega delle operazioni: come, dove, quando e perché utilizzare un sistema di emissione piuttosto che un altro e l'incombenza della preparazione del terreno "pubblicitario" che deve informare la comunità mondiale di questo evento di venerdì 18/2/2000. Chissà perché ogni qual volta scrivo una data, mi fermo un attimo dopo aver scritto la cifra 2000: mi fa ancora un po' impressione…a Te no? Ah ah ah! Come puoi notare non uso il termine "HI" in quanto è di giusto impatto solo in CW e, visto che sono un estremista del "biribiri" - come chiamo io il cw…- mi sono imposto di portare il massimo rispetto al nostro gergo di grafisti e di utilizzarlo solo nell'unica ed appropriata sede che lo deve ospitare: in aria e con il tasto tra le dita…Secondo me, eh? Secondo me…
Ah, perché a me il compito di "stratega"? Perché ho qualche esperienza di attivazione di isole, paesi "dx dietro l'angolo" e di ghiaccioli all'anice (NDS: vedi R.R. 12/99) …non perché io sia più intelligente di altri o discepolo prediletto di Marconi, no no, solo per un po' di esperienza in più dei colleghi componenti il Team…sapessi quante cose ho imparato dalle tre esperienze di II2V, da HB0, da Scanno del Gallo, da Isola dell'Amore, da Isola di Mezzanino e spero di continuare ad imparare ancora e sempre di più…(un'ottima scusa per girare ancora tra le isole italiane!)
Tengo a precisarlo per non far la figura del saputello o di direttore di tutto il cocuzzaro…

In primis facciamo un sopralluogo per vedere che tipo di tetto ospiterà il materiale "aereo": un fantastico tetto piano in cemento armato e di dimensioni tali da poter farci atterrare anche Tom Cruise col suo F.14 Tomcat! Bel colpo: possiamo così tentare di rtx su 3 differenti qrg senza danneggiarci l'un l'altro con splatters e azzeramenti vari! Pertanto diamo fondo  a tutte le risorse e al materiale della sezione: l'idea è di utilizzare 3 rig in HF, 3 rig in VHF/UHF e innalzare 2 dipoli, 2 gp  e 2 direttive; inoltre 2 PC ci assisteranno per il digitale. Ma ciò che c'è in sez. copre solo la metà di ciò che ci siamo prefissati; così, senza pensarci su troppo, Dario, Paolo, Andrea compensano mettendoci del proprio e tappano il buco! Grazie a tutti Voi, sagomacce!
Per farla breve, inizio il bombardamento pubblicitario via pkt -txt e html-, in PSK31 nei miei dx personali, via internet e comunico ai principali nodi informativi la data e tutte le info del caso. E, per aumentare il nr dei qso possibili in un venerdì lavorativo, propongo l'idea della creazione di un maxicertificato "I° Diploma Città di Pavia" con relativo regolamentino, per incentivare il colleghi a partecipare ripetutamente alle danze del 18/2. La Sez. accetta l'idea e si parte con l'installazione di tutto il materiale sul tetto e nell'aula: altro giorno di ferie…ma ci sono tutti i componenti del Team! Il 18 è arrivato e siamo tutti ai posti di combattimento: mi viene concesso di dare la stura e, alle 8.00 gmt, parte dal mio bencher in CW il primo "CQ de II2PV" e, immediatamente dopo, anche Davide attacca in fonia! Confesso pubblicamente la mia emozione a tal punto che ho dovuto asciugarmi i polpastrelli per non farli "scarligare" sulle palette del bencher…ah ah ah! Andrea intanto spara immagini in sstv, mentre Giancarlo chiama in V e in U. Si alza un discreto pileup in cw 40 mts e anche i fonisti in 20 mts non si lamentano…La cosa che invece abbatte il morale di Gianca è che in V/U c'è un silenzio da oltretomba: evabbè, ci speravamo ma senza troppe illusioni. Mentre noi siamo tutti intenti a lavorare i qrz, iniziano le visite guidate delle classi dei ragazzi del Volta che con molto rispetto e una buona dose di curiosità, sfilano alle nostre spalle osservando con attenzione tutto il materiale operativo esposto sul tavolone di circa 6 metri che ospita lo shack. Contemporaneamente Stefano e Paolo tengono delle piccole "letio brevis" nell'aula magna e, avvalendosi di un proiettore, commentano e spiegano il nostro mondo alle scolaresche e relativi docenti. Ma ad un tratto una certa animazione movimenta l'aula: la Contessa Volta, diretta discendente dell'Inventore, è venuta a farci visita onorandoci della Sua presenza. Ovviamente "the President" e la Preside dell'Istituto, fanno gli onori di casa. Se debbo essere sincero, noi operatori non ci siamo accorti di nulla: eravamo troooooopppppo intenti nel ns lavoro e così ci siamo praticamente persi tutto…pazienza, sarà per la prossima Volta…scusa, volta! Però ci siamo fatti raccontare tutto da Paolone, e da Dino IK2AAK che non si sono persi una parola! Ora passo direttamente ai numeri dell'op. II2PV: in quasi 10 ore di radio in mezzo a 700 persone, QRM "interno" a 9 +30, abbiamo messo in cascina 487 qso validi a log ripartiti in: 289 in CW, 181 in SSB e 17 in SSTV! Non male per essere di venerdi'...

Percentuali su banda:

55% in 20 mts
4%    15
15%    10
25%    40

Lavorato EU,NA,AS,SA col 63% dei qso in CW e il 37% in ssb con un QRB  di 710.000 km. Circa. Sono stati ben 16 gli OM che si sono "guadagnati" il maxicertificato e desidero ringraziarli anche da queste pagine per la cortese perseveranza con la quale se lo sono cercato e meritato!

Ecco i loro qrz:

YU1AAV, SP6AUI, ON4AEF, OK1FR, OK1EK, IZ2BQD, IT9JPD, IN3QBB, IK2TKI, I6LVT, IK2GWY, I2YWR, I2MYF,  G3NSY,  DL8AAM,  DF4QW  e  SM5TSP.

Ma ora veniamo all'aspetto più importante, a parer mio, di tutto questo sforzo e lavoro di squadra della Sezione di Pavia.

Credevo che l'SSTV fosse di attrazione per i ragazzi del Volta, e invece passavano davanti al monitor senza batter ciglio: troppo abituati e sgamati, avvezzi ad internet e al loro apprendimento su pc con prgrms CAD e altri sofware del genere. Ma quando ho deciso ti levarmi le cuffie ed andare in esterna col "biribiri" - il cw - i ragazzi hanno immediatamente fatto capannello intorno a noi! Giustamente la loro attenzione è stata attratta da ciò che non comprendevano e chiedevano lumi per colmare la loro lacuna o per puro spirito di curiosità! E qui entra in ballo la vecchia storiella del Titanic o di Indipendence Day: l'inconscio collettivo attribuisce alla telegrafia una valenza di "ultimo baluardo", di richiesta di soccorso globale, di ultima spiaggia di sicuro rifugio, di trasmissione che comunque tira fuori dai guai! Questo compito "istituzionale" del telegrafista, che opera nella pubblica opinione a livello quasi "subliminale",  nasce dai retaggi che i mass media e la cinematografia hanno voluto conferire al morse! Questo è un concetto che comunque ammanta di fascino particolare il biribiri e che la fonia non riesce, e forse non riuscirà mai, ad esercitare! E' opinione comune, anche se sbagliata, che il radioamatore sia una specie di scienziato pazzo che, dal suo antro oscuro e pieno di ragnatele, comunica con chissà chi con un linguaggio molto simile all'alfabeto cuneiforme degli Ittiti! Concetto certamente pressapochistico, ma che è radicato nella società moderna che, sempre più distratta dalle nuove tecnologie, dimentica di voltare lo sguardo al passato per ricavarne utilità nel presente. E i giovani sono le prime vittime di questa parzialità culturale che è, ad onor del vero, sempre meno grata all'invenzione marconiana e sempre più soggiogata e monopolizzata dai sistemi di telefonia, radiotelefonia e loro relative applicazioni. A cosa serve una radio se con un gsm hai a disposizione il mondo intero? Il satellitare poi ha fatto precipitare il valore azionario del radiantismo a livelli di bancarotta: meglio sospendere il mercato per eccesso di ribasso! E anche noi OM abbiamo dirottato, forse eccessivamente, le nostre attenzioni a tutto ciò che è digitale e surrogati! (Io mi ci metto tra i primi…finito l'articolo vado a recitare un salutare "mea culpa" chiedendo a scusa al buon Marconi…ma so che mi perdonerà perchè dopo poche ore di test, torno subito al mio primo amore!).Il mondo HAM è parecchio cambiato anche perché noi OM stentiamo ad uscire dalla penombra del nostro antro polveroso, alimentando così la favola del dottor Frankenstein.
Perché non approfittare invece di quell'alone di mistero ed utilizzarlo per far proseliti? Perché ancora poche sezioni escono allo scoperto e rischiano la carta CW per portare i pargoli a se? Non dobbiamo aver timori e remore di non essere all'altezza della situazione! Ma non dobbiamo per questo  chiuderci a riccio in sezione col rischio di farla diventare un antro che ospita altri antri chiudendo così i canali in grado di comunicare con l'esterno e con la probabilità di far diventare i Radioamatori una casta elitaria che snobba il cb o l'OM in pectore e che per contro fa troppo poco - o nulla -per portarlo a se e stimolarlo a fare un salto di qualità.

Una ragazza di 18 anni del Volta mi ha fatto la classica domanda da 1.000.000 di $: "scusi, ma qual è lo scopo per cui lei è radioamatore e usa la telegrafia?". Lì per lì stavo per iniziare il classico pistolotto che si legge sul Manuale del Bravo Radioamatore - se esistesse davvero faccio una figura da cioccolataio…-; ma guardandola nei suoi vispi occhi celesti che mi fissavano con attenzione, le ho risposto: "è un bellissimo hobby! E andare in cw è come suonare uno strumento, come sentire musica e al tempo stesso essere a contatto con un mio simile che sta a 19.000 km da me! Perché è bello e perché mi piace farlo: mi da le stesse emozioni che provo quando suono il mio pianoforte! Non so dirti altro, tranne che se non lo provi non puoi capire e non puoi capire se non lo sai fare!" Gli altri ragazzi che erano intorno a lei, si sono avvicinati quasi stupiti che quell'uomo che picchiava sul tasto fosse anche dotato di favella; e uno di loro mi ha chiesto se fosse difficile imparare il Morse."No, non è difficile ma al tempo stesso non è facile se lo si affronta nel modo sbagliato. Noi lo insegniamo nella ns sezione e, se ti interessa, puoi fare un salto da noi per farti un'idea più precisa." Altra domanda: "scusi, quanto ci vuole per comperare una radio e mettere le antenne sul tetto?" Questa domanda era il segnale che il cw aveva comunque fatto una piccola breccia e che i giovani sarebbero anche disposti a fare un sacrificio per apprendere ed iniziare gli acquisti necessari per dotarsi  di una piccola stazione radio. Sapevo che la mia risposta lo avrebbe, con tutta probabilità, distrutto…"Beh, con un po' di pazienza e se ti accontenti di acquisti di seconda mano, con un milione-un milione e mezzo puoi già andare in aria senza problemi!" Che bugia! Sono stato basso per non farlo scappare subito… E difatti un coro di "Ohhh" e "Ellapeppa!!!" si è alzato dal gruppo… Ultima domanda da un ragazzino minuto, occhialini alla Cavour e con la classica faccia da secchione: "Scusi, quanto tempo ci vuole per imparare le basi dell'elettronica e la telegrafia? E bisogna dare un esame?" "Si, bisogna dare 2 esami: uno teorico e uno pratico! Tra gli studi e gli esami in un anno te la cavi!". Tutti i ragazzi si sono messi a sorridere e alla chetichella sono tornati a sedere ai loro posti: li avevo persi definitivamente!
E qui finisce anche questo mio articolo. Ti ringrazio per aver avuto la pazienza di leggerlo; ti ri-ringrazio ancora per averci collegato, se sei tra coloro che sono a log, e concludo ribadendo che è stata una magnifica e proficua esperienza per tutto il Team che ha operato da II2PV e per tutta la Sezione ARI di Pavia, in data 18.2.2000 di venerdì, un venerdì da leoni…Ti rinnovo l'appuntamento per l'anno prossimo. Cul es GL dr OM

PS: se ho dimenticato di nominare qualche OM che direttamente e/o indirettamente ha contribuito al buon esito di II2PV, pregherei di non essere crocefisso e scuoiato nei locali della Sezione: se proprio dovete farlo, Vi chiedo di eseguire la pena sul piazzale antistante il Pronto Soccorso dell'Ospedale S.Matteo di Pavia per lasciarmi almeno una possibilità di sopravvivenza! Infine ogni riferimento a persone o avvenimenti reali, è puramente voluto.

Grazie e ben gentili!

Antonio "Tony" CARANTI, IK2SNG cw only!

ARI Pavia - Via Ezechiele Acerbi, 27 - Pavia - Orario sezione ... tutti i venerdì dalle 21 alle 24
Webmaster Tino (IK2EXH) - Ennio (IW2GOX)
Modificato il 13/08/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu